220 letture totali dell'articolo

Il Corso di Primo Soccorso è indicato come obbligatorio agli articoli 37 e 45 del D.Lgs. 81 08 e si prefigge il compito di fornire al lavoratore designato le conoscenze necessarie per la gestione di un’emergenza in azienda.

La formazione degli addetti al primo soccorso deve fornire le indicazioni di come intervenire tempestivamente per assistere ed aiutare la persona che ha subito un incidente sul lavoro.

L’addetto, naturalmente, dovrà prontamente intervenire in caso di necessità, ma senza avere la responsabilità del fatto accaduto. Sarà però fondamentale il suo pronto intervento per cercare da subito l’aiuto di chi dovrà intervenire.

La struttura del corso di primo soccorso

Il percorso formativo per gli addetti al primo soccorso dipende dalla tipologia di azienda ed è diversificato a secondo di tale classificazione.

Gli argomenti trattati vengono suddivisi in moduli, come indicato dal DM 388/03, con la seguente organizzazione:

MODULO A (della durata di 6 ore per le aziende classificate come gruppo A e di 4 ore per le aziende appartenenti al gruppo B-C)

  • Sistema di comunicazione con il sistema di soccorso;
  • Riconoscimento di un’emergenza sanitaria;
  • Attuazione di interventi di primo soccorso.

MODULO B (della durata di 4 ore per tutte le classificazioni)

  • Acquisizione di conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro;
  • Acquisizione di conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro.

MODULO C (della durata di 6 ore per le aziende classificate come gruppo A e di 4 ore per le aziende appartenenti al gruppo B-C)

  • Acquisizione di capacità di intervento pratico

 

Corso di Primo Soccorso

Classificazione delle aziende

Per determinare il programma della formazione primo soccorso e la tipologia di presidi di primo soccorso che devono essere presenti in azienda è necessario conoscere la classificazione di rischio determinata secondo il DM 15 luglio 2003 n.388.

Tale classificazione dipende da:

  • Tipologia di attività svolta
  • Numero di lavoratori
  • Tipologia di rischio dell’azienda collegato al rispettivo codice tariffa INAIL

Sono previsti tre gruppi:

PRIMO SOCCORSO GRUPPO A

  1. Aziende o unità produttive ad alto rischio quali: attività industriali, soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica (art. 2 D.Lgs. 334/99), centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari, aziende estrattive e altre attività minerarie definite dal D.Lgs. 624/96, lavori in sotterraneo, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni;
  2. Aziende o unità produttive con oltre 5 (cinque) lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a 4 (quattro). Per verificare il proprio indice di inabilità permanente vedi la tabella a fine pagina.
  3. Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura.

PRIMO SOCCORSO GRUPPO B

Aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

PRIMO SOCCORSO GRUPPO C

Aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

La validità del Corso Primo Soccorso

Al termine del corso di primo soccorso viene rilasciato un attestato di primo soccorso che ha valenza triennale e alla scadenza deve essere previsto l’aggiornamento.

Come al solito l’attestato ha validità su tutto il territorio nazionale e deve essere rilasciato da un organismo certificato.

Il rinnovo della formazione è fondamentale per prevenire l’impoverimento delle conoscenze precedentemente acquisite e prevede principalmente nozioni pratiche.

La durata varia dal gruppo di appartenenza dell’azienda che si evince dalle ore previste dal modulo C; 6 ore per le aziende appartenenti al gruppo A e 4 ore per il gruppo B-C

La normativa inoltre definisce le varie competenze che l’addetto dovrà acquisire:

  • Principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N.
  • Principali tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute
  • Principali tecniche di primo soccorso nella sindrome respiratoria acuta
  • Principali tecniche di rianimazione cardiopolmonare
  • Principali tecniche di tamponamento emorragico
  • Principali tecniche di sollevamento, spontaneo e trasporto del traumatizzato
  • Principali tecniche di primo soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici

Obiettivi del corso di primo soccorso

Il corso, che si divide in parte teorica e pratica, ha la finalità di far acquisire al lavoratore le conoscenze basiche per il primo soccorso, utili anche nella vita privata di tutti i giorni.

Il medico-docente spiegherà come gestire al meglio un malore, uno svenimento, il taglio più o meno profondo, la ferita con frattura e la pratica della rianimazione cardiopolmonare.

Questo corso, pur lasciando solo un’infarinatura generale rispetto alla difficile mansione del soccorritore qualificato, permette di affrontare l’emergenza medica al meglio o, per lo meno, non peggiorando la situazione.

Sapere come intervenire può davvero fare un’enorme differenza sia per la salute dell’infortunato che per lo stato mentale dello stesso.

Autore

Simone Pratò

dott. Simone Pratò

Specialista in medicina del lavoro - Specialista in geriatria
E' utile questo articolo?
0 / 5 Media 0 Votanti 0

Your page rank:

Condividi!

Shares

2 thoughts on “Il Corso di Primo Soccorso Gruppo A-B-C

Comments are closed.