215 letture totali dell'articolo

L’obbligo di frequenza ai Corsi Antincendio in azienda è stabilito dal D.Lgs. 81 08, il quale prescrive questa necessità all’imprenditore, prevedendo delle regole precise di attuazione.

Questa prescrizione normativa è dettata anche dal fatto che gli incendi sono una delle principali preoccupazioni del legislatore per la salvaguardia dell’incolumità delle persone e dei beni materiali ed immateriali presenti in azienda.

A cosa serve il corso antincendio

Il Corso Antincendio insegna a gestire le emergenze in azienda, attivare le corrette procedure di evacuazione, saper intervenire in caso di principio di incendio con gli estintori e a conoscere i sistemi di spegnimento come naspi ed idranti.

Il corso antincendio forma, quindi, lavoratori che sappiano attuare le misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato e di salvataggio.

 

Corsi Antincendio 1600x1200

Chi deve svolgere il corso antincendio?

Il D.Lgs 81/08 (Testo Unico sulla Sicurezza nei luoghi di lavoro) sancisce che sia il datore di lavoro a designare uno o più lavoratori incaricati di attivare tutte le misure di prevenzione per gli incendi e la gestione delle emergenze.

I lavoratori che hanno l’incarico di addetto alla squadra di emergenza antincendio devono ricevere una specifica formazione attraverso Corsi Antincendio.

Il datore di lavoro per legge deve assicurare la formazione antincendio ai dipendenti designati a ricoprire tale ruolo. (D.M. 10 marzo 1998).

Il corso antincendio si rivolge ai lavoratori che andranno a ricoprire la figura incaricata alla prevenzione incendi e gestione delle emergenze. Anche il datore di lavoro può ricoprire tale ruolo ad eccezione di alcuni casi.

Il datore di lavoro nella scelta, deve tenere conto delle dimensioni dell’azienda, dei rischi specifici, delle attitudini personali dei lavoratori e designare il numero di addetti che ritiene necessari, eventualmente confrontandosi con il servizio di prevenzione e protezione (SPP), tenendo conto delle disposizioni di legge.

Una volta scelte le persone, il datore di lavoro è tenuto a inviare i lavoratori a svolgere il corso.

All’interno del corso antincendio vi saranno anche, una volta all’anno, le prove di evacuazione di massa dall’azienda, simulando il pericolo massimo prevedibile in caso di incendio.

Argomenti del Corso Antincendio

Gli argomenti e la durata dei corsi antincendio dipendono dal grado di rischio in cui si trova l’azienda.

La classificazione del rischio antincendio differisce da quella prevista per il rischio della sicurezza dell’azienda, su cui poi si basa la formazione lavoratori e differisce anche dalla classificazione per il primo soccorso basano.

Il rischio calcolato per la sicurezza dell’azienda si bassa sui codici ATECO, mentre la classificazione per il Primo Soccorso, gruppi A – B e C, è stabilita in base all’attività dell’azienda e all’indice tariffario INAIL.

In tutti i livelli di rischio antincendio, i corsi affrontano una parte teorica generale, che tratta nozioni di base e cause d’incendio, mezzi di estinzione portatili (estintori) e misure di prevenzione.

Una parte importante del corso antincendio, di cui Innova riserva particolare attenzione, sono i moduli pratici con le esercitazioni e le simulazioni d’incendio.

Tali Prove rappresentano non solo un’ulteriore verifica dell’apprendimento avvenuto in aula, ma un vero e proprio addestramento del personale, dove si affrontano situazioni concrete con le relative procedure d’intervento per la gestione dell’emergenza.

Sono momenti in cui si “impara facendo”, nei quali si forniscono ai corsisti, futuri addetti antincendio, gli strumenti per avere una totale padronanza nell’utilizzo appropriato di estintori e idranti.

corsi antincendio vogliono garantire alle aziende e ai lavoratori stessi di possedere un’elevata preparazione degli addetti emergenza, raggiunta attraverso i suoi docenti esperti, supporti didattici e le esercitazioni pratiche.

Durata del corso antincendio

La durata del corso antincendio dipende dalla classificazione del rischio aziendale, effettuata in conformità a criteri stabiliti dalla legge.

Per la formazione degli addetti a rischio basso la durata minima prevista è di 4h, per i rischi medi di 8h ed elevati 16h.

Per conseguire l’attestato in conformità a quanto richiesto dal D.Lgs. 81/01 è necessario frequentare almeno il 90% delle ore previste dal corso e superare un test finale di verifica dell’apprendimento.

Il corso antincendio è uno di quei corsi che NON prevede la modalità e-learning, proprio perché si tratta di imparare nella pratica tutti gli accorgimenti da adoperare in caso di necessità di intervento sul posto.

Qui sotto vi mettiamo a disposizione una tabella riassuntiva delle ore di corso antincendio a seconda del grado di rischio:

La tipologia di corso da frequentare dipende dalla classificazione dei rischi sulla sicurezza in azienda alla quale ogni azienda è sottoposta anche sulla base dei codici ATECO di appartenenza

Sanzioni per mancata formazione degli addetti antincendio

Gli Addetti alla Prevenzione degli Incendi sono figure che devono essere presenti in ogni azienda in numero variabile a seconda delle dimensioni e del numero di lavoratori.

Devono ricevere una formazione per poter ricoprire tali ruoli, edin caso di mancata formazione il datore di lavoro potrebbe essere arrestato tra 2 a 4 mesi oppure dovrà pagare un’ammenda da 1.315,00 €. a 5.699,20 €.

Autore

Simone Pratò

dott. Simone Pratò

Specialista in medicina del lavoro - Specialista in geriatria
E' utile questo articolo?
0 / 5 Media 0 Votanti 0

Your page rank:

Condividi!

Shares